Redazione
Abbonamenti
Ultimi numeri
Servizio Clienti
Contattaci

Privacy Policy
Bambini

A quarant'anni dalla 1044
Mamma ed educatrice: sappiamo distinguere i ruoli?
Il Carnevale "laboratorio" di creatività


Numero: 1/2012

Pubblicato il 01/01/2012

Qual è a situazione dei servizi per l'infanzia in Italia?

Qualsiasi riflessione sul futuro non può prescindere da un'analisi della situazione sul territorio, sul numero dei bambini accolti, sulla distribuzione delle diverse tipologie di servizi, sulla titolarità della gestione. Viviamo in un momento di cambiamenti, le politiche devono tener conto delle previsioni demografiche che hanno assunto un andamento diverso da quelle che erano le aspettative, l'evoluzione dell'occupazione, della composizione sociale, dei modelli di vita impongono di rimettere a fuoco i modelli facendo tesoro dell'esperienza e della cultura maturati nel cinquantennio trascorso. Roberta Ceccaroni, nell'intervista che pubblichiamo in Idee e Questioni , e Aldo Fortunati, nell'articolo sulla 1044, ci guidano alla lettura e alla comprensione dei dati non solo quantitativi. Il riferimento è infatti il Rapporto pubblicato dal Dipartimento per la Famiglia che offre anche una rassegna sugli standard regionali e su costi, tariffe e criteri d'accesso.



Editoriale

Crisi: pochi rimpianti nuove opportunita‘?

Il modello di welfare conosciuto fino a oggi è giunto al suo termine. Si sta intravedendo a fatica la nuova fase che si aprirà, ma diverse scelte fondative sono ancora in discussione e altre nemmeno sono prefigurate. La cosa certa è che la stretta economica finanziaria dovuta alla crisi strutturale toccherà in modo sostanziale il profilo di welfare costruito in questi ultimi decenni.
Non penso che tutti gli aspetti del precedente welfare nazionale siano da rimpiangere e che occorra farsi prendere da un eccesso di scoramento. Come sempre i grandi momenti di svolta portano con sé grandi rischi, ma anche nuove opportunità. Scoraggiarsi può contribuire a trasformare i rischi in certezze e a rendere invisibili le nuove possibilità che possono, devono, aprirsi. Gli effetti di questa crisi si debbono valutare non solo con il “cuore”, ma anche con una certa “giusta distanza”, perché in gioco ci sono alcune delle piccole e grandi conquiste che negli ultimi due decenni scarsi si sono realizzate in Italia in nome dei bambini. Del loro benessere, della promozione dei loro diritti, dello sviluppo della loro protezione e tutela.


Idee e Questioni

Dove vanno i servizi?
La situazione dei servizi educativi per l'infanzia in Italia.
Sul sito del Dipartimento per la Famiglia , nel Dossier dedicato al Piano straordinario di sviluppo dei servizi socio-educativi per la prima infanzia, il Rapporto di monitoriaggio al 31 dicembre 2010 fa il punto sulla diffusione e la dimensione dei servizi per l'infanzia.


Idee e Questioni

A quarant'anni dalla 1044 (1° parte)
Per mettere a fuoco “la cifra” delle politiche per l'infanzia in Italia e riflettere su un possibile futuro realistico, buono e sostenibile.
Il 2 dicembre 1971 il Parlamento italiano approvava la legge 1044, segnando così la nascita del nido come servizio sociale di interesse pubblico. A quarant'anni di distanza viene presentato un bilancio delle esperienze che dalla legge sono seguite, per sviluppare un ragionamento che, partendo da una ricognizione dei fatti e dei dati, tenta di guardare al futuro.


Idee e Questioni

Nel sentierio della memoria attraverso il racconto

I racconti in cui il soggetto si può facilmente riconoscere costituiscono un potente fattore di sviluppo: attraverso narrazioni “riflettenti” il bambino organizza le proprie conoscenze della realtà sociale, ma anche la propria identità individuale e il senso di appartenenza al gruppo.


Idee e Questioni

Mamma ed educatrice: sappiamo distinguere i ruoli?
Una ricerca svolta nel nido su un doppio ruolo.

Il bisogno di approfondire le conoscenze professionali e il desiderio di acquisire maggiore consapevolezza del proprio ruolo, hanno portato le educfatrice del nido a frequentare un corso di aggiornamento presso il Centro Documentazione Nidi e Infanzia del Comune di Roma. Durante il corso è nata l’idea di affrontare un tema a loro molto caro: il doppio ruolo mamma-educatrice.



Idee e Questioni

Il senso e il guadagno dei processi valutativi (1ª parte)
La pratica educativa esige un momento di sospensione dell’azione per ritornare riflessivamente su di essa.

La valutazione se ricorrente e realizzata sulla base di modalità e criteri condivisi, può tener vivo e sostenere lo sguardo critico, l’impegno e la tensione progettuale del gruppo educativo, evitando il rischio “che il fare quotidiano, con i suoi rituali, le sue abitudini, le sue attività, rimanga inaccessibile al pensiero …”.



Idee e Questioni

La valutazione della qualità: un percorso possibile (1ª parte)

Con questo contributo si dà inizio a una serie di articoli dedicati a un percorso articolato e completo di valutazione della qualità dei servizi della prima infanzia federati alla Fism di Bologna. L’intenzione è quella di dar spazio alla documentazione delle esperienze realizzate per mostrare nei fatti il valore e la praticabilità di quelle operazioni valutative tanto temute dalle educatrici.



Idee e Questioni

La strega di Hansel e Gretel
Il pensiero filosofico prende le mosse da una fiaba.

Perché la strega è cattiva? Domanda quasi inutile … Quasi! Certo che la strega è cattiva! Deve essere cattiva, altrimenti che strega è? Attraverso una conversazione di classe si è cercato di indagare i motivi che possono essere alla base della cattiveria, intesa come mancanza di qualcosa che è fondamentale alla persona per la piena realizzazione di sé.



Ricerc-azione

Il Carnevale “laboratorio di creatività”
“Pacassoni avanti con i carri”: Un libro, una storia.

Nel libro, pubblicato in occasione della scorsa manifestazione del famoso Carnevale di Fano, viene presentata una ricca documentazione di immagini di oltre sessant’anni di attività artistica e tante notizie su fatti e aqneddoti delle prestigiosa famiglia Pacassoni il cui capostitipe, Pietro Pacassoni, viene annoverato fra i più prestigiosi Maestri del Carnevale.

La presentazione del libro è utile ad Alfredo Pacassoni per riflettere sulla sua esperienza formativa, vissuta nella prima infanzia, del Carnevale come “laboratorio educativo”, possibilità di creatività che oggi i bambini e le bambine hanno sempre meno.



Ricerca-azione - In copertina

In cucina per davvero
Un laboratorio dove i materiali naturali sono oggetto di osservazione, prova e sperimentazione, trasformazione e utilizzo simbolico e reale.
A partire dall’osservazione degli interessi dei bambini per i prodotti della natura, vengono proposte ai bambini una serie di esperienze di manipolazione e trasformazione di frutta e verdura, nell’angolo simbolico allestito nella sezione grandi del nido, anche per arricchire il loro repertorio di azioni normalmente compiute in una cucina.


Ricerc-azione - nido

Biancaneve e i sette nani
Una drammatizzazione al nido, liberamente tratta dalla favola dei fratelli Grimm.
Da un percorso di lettura con molteplici varianti (uso di libri, schede con immagini adesive da applicare su pannelli, figure per accostamenti logici, uso di burattini per raccontare storie) all’accoglienza della richiesta di drammatizzazione.


Ricerc-azione - nido

Stare insieme nel mondo. Il Pianeta Bu.1
Prendere in considerazione il bambino e il contesto che lo circonda.


Ricerc-azione – nido

La magia del regno musicale

Un progetto di educazione musicale nel nido”La nuvola” di Sanremo che ha previsto la realizzazione di un libro illustrato, la costruzione materiale di marionette rappresentanti i protagonisti della favole del libro e la creazione di un video-favola attraverso la ripresa del spettacolo stesso.


Ricerc-azione - Nido

L’arte della vita (4° parte)



Angolo aperto

Angolo aperto
Progetti nido
Il mondo a nasinsu

La rubrica accoglie testimonianze dirette della vita nei Nidi e nelle Scuole dell’infanzia, progetti, pubblicazioni, iniziative, giornalini scolastici, resoconti di mostre, uscite sul territorio, scambi con altre scuole.


Ricerc-azione –Scuola

Il colore e la terza dimensione
Bambini e bambine e l’arte contemporanea.
L’incontro con l’arte contemporanea può modificare profondamente il modo di far scoprire ai bambini/e il colore e i materiali. Un’esperienza raccontata da un’insegnante.


Ricerc-azione – Scuola

Materiali di scarto per una pedagogia sostenibile - Equilibri in gioco
Materiali e strategie per sostenere il pensiero creativo nei processi d'apprendimento


Ricerc-azione – Scuola

La giornata del genitore

Nell’incontro con i genitori, viene presentata l’opportunità di partecipare a una mattinata a scuola e pranzare con i bambini come ospite speciale. Il racconto dell’esperienza.


Ricerc-azione - Scuola

Girotondo di pensieri naturali – Cambiamento



Ricerc-azione – Genitorialità

Idee nel cassetto
Uno strumento pedagogico.
Con questo articolo si riapre la rubrica “Genitorialità” iniziata nel 2009 a cura del Laboratorio di Ricerca e Intervento di Educazione Familiare coordinato da Paola Milani presso il Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Padova. In questo articolo viene presentato uno strumento pedagogico utile agli operatori che lavorano nel campo del sostegno alla genitorialità e gli educatori che condividono con i genitori il compito educativo verso i bambini.


Strumenti – Buone idee

A proposito di turismo pedagogico
Le visite di studio come occasioni di dialogo tra le esperienze e di crescita


Strumenti – Le danze di Mirco

Bindinat Hagamadien
Nuove idee per la scuola dell’infanzia