Redazione
Abbonamenti
Ultimi numeri
Servizio Clienti
Contattaci

Privacy Policy
Bambini

Dalla sabbia... le storie
Gioco, educazione, diritti
“Ecco il mio mazzo di profumità”


Numero: 2/2013

Pubblicato il 05/02/2013


Relazione tra scuola e ambiente: nessun bambino vive nel vuoto, esiste una relazione ecologica con il mondo. Su questa relazione tra i bambini e l’ambiente di vita, la Città di Torino ha costruito nel corso degli anni, progettualità di esplorazione, di soggiorno, di esperienza ambientale che fanno riferimento al “Manifesto per l’Educazione all’Ambiente” e che sono diventate patrimonio delle scuole. In Idee e questioni il Coordinamento pedagogico di Torino ci restituisce il punto di vista dei bambini che vivono la città come soggetti portatori di diritti.
Accostarsi all’ambiente e coglierne le caratteristiche richiede di porsi in atteggiamento disponibile: Monica Guerra, a partire da un volume di Keri Smith ci propone il tema della ricerca, dell’esplorazione, della curiosità. L’approccio che invita all’esplorazione appare da subito foriero di questioni pedagogicamente e didatticamente rilevanti.
Il volume propone 59 esplorazioni che costituiscono potenzialmente un avvio ad altrettanti progetti.

Ritorna in due contesti diversi il riferimento al Gioco della Sabbia di Dora Kalff. In Ricerc-azione Diana Penso offre una riflessione sull’uso dei materiali naturali come strumento di gioco particolarmente utile con bambini irrequieti e iperattivi. È un gioco che mette in moto fortemente e spontaneamente la capacità di raccontare e di esprimersi, ma che conduce in modo naturale ad affrontare attività di tipo cognitivo.
Proprio per le sue potenzialità, la sabbieraè stata usata come “mediatore culturale” per esplorare l’atteggiamento dei bambini in una situazione di migrazione.
Laura Bonica e Anamaria Skanjeti, in Idee e questioni, presentano una ricerca con famiglie migranti in cui il Gioco della Sabbia è usato come strumento concreto per l’avvicinamento tra famiglia e scuola, per sollecitare il racconto che nasce dalla mediazione del contatto con gli oggetti nel presente e suggerisce i collegamenti con il passato e il futuro.

Progettare e riflettere sul fare: in Ricerc-azione Fulvia Rizonico ci propone un laboratorio che si sviluppa sullo stimolo del “cestino dei tesori” e del “gioco euristico”. A partire dalle attività con i bambini più piccoli, le proposte si articolano e si strutturano in un laboratorio che offre la possibilità di esperienze sensoriali.
Il nido “Peter Pan” di Rimini racconta un progetto per lo sviluppo e l’apprendimento incentrato sul Decalogo dei diritti naturali di Gianfranco Zavalloni. I diversi diritti sono declinati in obiettivi educativi e proposte di gioco, adatte alle esigenze e alle competenze di ciascuna fascia d’età.
Dall’esperienza alla diffusione della cultura: da Bologna ci arriva un’esperienza di massaggio che attraverso un’attenta documentazione si trasforma in una Mostra per far conoscere il progetto del nido e per sensibilizzare il visitatore sulla pratica e sui benefici del massaggio tra genitore e bambino.

Continuiamo il percorso attraverso il progetto della sezioni primavera in Liguria, focalizzando l’attenzione sull’inserimento nelle sue articolazioni rispettose dell’età e delle competenze del bambino.

F.C.



 

Indice di questo numero:


Editoriale

C’è posta per noi...

Abbiamo ricevuto una lettera con gli auguri per l’anno nuovo. Ce la manda un collega (un amico) che ha scritto per qualche tempo sulla Rivista. Lavorava in un nido dell’Azienda speciale farmaceutica di un Comune di dimensioni medio-grandi. Qualche mese fa, in Comune si sono accorti che l’Azienda non poteva gestire un nido. Hanno provato in tutti i modi a chiuderlo, hanno cercato di “convincere” gli educatori ad andarsene spontaneamente.
Hanno sperimentato l’accanimento terapeutico in senso inverso per raggiungere una “morte assistita” del servizio.
Alla fine ci sono riusciti ma solo in parte. Il nido c’è ancora, sopravvissuto alle devastazioni, alcune educatrici sono ancora lì. Altri, come il nostro amico, hanno scelto di andarsene.
È una storia privata? Non ha interesse in mezzo ai tanti problemi e alle tante lotte che segnano la sopravvivenza dei servizi? 

Idee e Questioni

Una relazione ecologica con il mondo

 

Idee e Questioni

Bilingue subito!
Imparare le lingue in età infantile. Il modello del format narrativo sviluppato da Traute Taeschner.
 

Idee e Questioni

La sindrome del burnout
Anche gli insegnanti della scuola dell’infanzia ne soffrono?
 

Idee e Questioni

Dalla sabbia... le storie
Bambini migranti tra cultura della famiglia e cultura delle istituzioni educative. Come promuovere maggior circolarità nella comunicazione?
 

Idee e Questioni

L'insegnante esploratore
Suggestioni progettuali dall’arte alla didattica.
 

Idee e Questioni

Coordinatore pedagogico, professione multitasking 6 Stili di leadership
Il gruppo di lavoro nei servizi educativi per la prima infanzia.
 

Ricerc-azione Documentazione

La scatola dei bottoni 6
Il cestino, la sacca e lo scaffale

Dalla teoria alla pratica all’asilo nido “L’Aquilone” di Fidenza
 

Ricerc-azione

Gioco, educazione, diritti
Un progetto per lo sviluppo e l’apprendimento.
 

Ricerc-azione - Nido

Rac-contatto
Una mostra fotografica narrante e itinerante. Il massaggio alle bimbe e ai bimbi raccontato dalle loro mamme
 

Ricerc-azione - Nido

La memoria delle emozioni

 

Ricerc-azione

Essere in continuità
La continuità educativa asilo nido-scuola dell’infanzia
 

Ricerc-azione Sezione primavera

Per mano verso il mondo sociale
L’inserimento nella Sezione Primavera
 

Ricerc-azione - Scuola

“Io nel mio paesaggio”
Un tentativo di educazione all’identità attraverso un approccio percettivo e umanistico
 

Ricerc-azione - Scuola

Sogni di attraversamenti e di forme
Una sezione di bambini di 5 anni focalizza la propria attenzione sulla figura e l’opera di Judith Scott
 

Ricerc-azione - Scuola

“Ecco il mio mazzo di profumità”
L’esplorazione di materiali naturali attraverso il senso dell’olfatto
 

Ricerc-azione - Scuola

Materiali strutturati e materiali naturali (2 a parte)
Strumenti di conoscenza, relazioni, gioco
 

Ricerc-azione - Scuola

Momento m-a-gi-co 6
Un progetto d’arte
 

Ricerc-azione - Nuove Tipologie

Laboratori creativi a tutte le età
La creatività fa rivivere ricordi e valori dell’infanzia. L’esperienza con gli ospiti del centro diurno “Margherita” di Fano
 

Ricerc-azione - Genitorialità

P.I.P.P.I.
Insieme per aiutare i bambini e le famiglie vulnerabili
 

Strumenti – Buone idee

Con i doni della terra
L’esperienza con la creta e altri “materiali naturali”
 

Strumenti - Recensioni

Per educatori e genitori

 

Strumenti – Le danze di Mirco

Penguin Dance
Nuove idee per la scuola dell’infanzia