MY BOOKSHOP LOGIN
Nome utente Password
Registrati subito!  
Abbonamenti
RICERCA NEL PORTALE
Inserisci anche una sola parola del titolo, della descrizione, dell'autore, dell'anno o altro relativi al libro che stai cercando, selezionando il criterio nel menu sottostante:
   
Ricerca avanzata

Ricerca per categoria

Ricerca per autore
     
 
> ANTEPRIME
> NOVITA'
> APPROFONDIMENTI
> RISTAMPE
> FUORI CATALOGO
> TOP TEN
> UNIVERSITY PRESS
> SPAZIO DISLESSIA
 
     
     
 
• Libro: Le famiglie omogenitoriali in Italia
• Libro: La costruzione dell'Istituto comprensivo
• Libro: Scrivere di nidi
• Libro: Universo famiglie
• Libro: Coordinatore pedagogico, professione multitasking
 
     
     
   
     
     
 
SEGUICI

 
     
  INFORMAZIONI  
 




Anno: 2011 
Pagine: 124
ISBN: 978-88-8434-604-9
Prezzo di copertina: € 12,50


Esaurito

libro non disponibile

IN PUNTA DI PENNA
Insegnare a scrivere a scuola

Autore:
Nerina  Vretenar


Descrizione:

Prefazione di Eraldo Affinati

Diversi filoni e stimoli si intrecciano nella ricerca di Nerina Vretenar sulla scrittura. Alle origini, la rifl essione nel MC.E. sul metodo naturale e sul ‘testo libero’ come approccio alla costruzione di piani del testo ben strutturati, grazie non solo alla produzione del singolo ma all’interazione positiva di un gruppo che non valuta ma suggerisce, propone, aiuta a riformulare: la ‘correzione collettiva’. Ma, come hanno evidenziato le teorie della comunicazione e le tesi sull’educazione linguistica del G.I.S.C.E.L. fi n dagli anni ’70, si scrive per qualcuno, per degli scopi, per modifi care gli altri e le situazioni a cui si partecipa. Lee proposte di scrittura collettiva (i ragazzi di Barbiana e don Milani; Paul Le Bohec) offrono un terreno fecondo di esperienza di scrittura in cui il clima di gruppo consente di procedere senza timore e di trovare soluzioni e sviluppi che il singolo da solo non troverebbe. Si viene così poco a poco strutturando quello che Simone chiamava il ‘piano del testo’, organismo delicato che cresce in un ambiente ricettivo e richiede continuità nei successivi ordini di scuola per non spegnersi e inaridirsi. Ecco che le proposte che il testo offre si inquadrano allora in quella che Rodari chiamava la ‘pedagogia dello stimolo’ che avrebbe dovuto sostituire la ‘pedagogia del modello’. L’autrice presenta una varietà di approcci (il punto di vista, la banalizzazione dell’esperienza quotidiana, i giochi sui tempi, gli incipit e i fi nali come possibili strategie risolutive di problemi umani, la titolazione, lo straniamento,…) che non consistono in tecniche astratte (descrizione, argomentazione,…) ma nel costruire nel vivo della comunicazione scritta, rappresentandosi ipotetici lettori, le fondamentali strutture testuali. L’autrice ripropone in tal modo la lunga elaborazione del Gruppo Nazionale Lingua del M.C.E. sulla narrazione.






Approfondimenti tematici:
COME SI IMPARA A LEGGERE E SCRIVERE
DAL SUONO AL SEGNO...
EDUCAZIONE ALLA LETTURA E CONTINUITÀ EDUCATIVA
FIABE PER PENSARE
IN PUNTA DI PENNA
LEGGERE E SCRIVERE CON IL METODO NATURALE
LETTURA E NARRAZIONE NELL’ASILO NIDO
L'INCANTO DELLA PAROLA
LUDUS IN FABULA
PERCORSI DI LINGUA SCRITTA
SCRITTURA GIOCATA
STORIE CHE CRESCONO
STORIE FACILI E STORIE DIFFICILI
 
  Torna  
  Edizioni Junior - Bambini srl, Via Gramsci 54/s, 42124 Reggio Emilia - C.F. / P.IVA 02578750347

Homepage | Contatti | Lo Store | Informazioni | Servizi | I nostri distributori | Privacy Policy
powered by Becom